Le 10 Female Founders da tenere d’occhio nel 2019

Ecco la lista delle 10 Female Founders da tenere d’occhio nel 2019.
Le startupper sono state selezionate da SheTech Italy. I loro profili variano per background e per settore di appartenenza.

L’ordine è casuale e non determina una classifica.

Alice Melocchi

Alice, nata nel 1986, ha conseguito la maturità classica. Si è laureata con lode in Farmacia e ha ottenuto il dottorato in tecnologia farmaceutica presso l’Università degli Studi di Milano, trascorrendo 9 mesi nel Novartis-MIT Center for Continuous Manufacturing. Oggi Alice è assegnista e docente a contratto presso l’Università di Milano dove si occupa di tecniche di lavorazione a caldo e stampa 3D/4D per la produzione di sistemi di rilascio. Accanto ai ruoli accademici è anche CSO di Multiply Labs, startup con sede a San Francisco fondata insieme a Federico Parietti (CEO). Nel 2016 la startup è stata scelta nel batch estivo di YCombinator e ha chiuso con successo un seed round di investimenti. La società è stata la prima azienda a stampare in 3D capsule per il rilascio controllato di integratori alimentari, superando un audit per il rilascio dell’autorizzazione alla produzione negli USA. Attualmente Multiply Labs è un’azienda B2B con l’obiettivo di produrre medicinali personalizzati.

Bruna Marini

Bruna Marini ha PhD in Biologia Molecolare alla Scuola Normale Superiore di Pisa per la sua ricerca svolta al Laboratorio di Medicina Molecolare presso l’ICGEB a Trieste.
La sua tesi di dottorato, incentrata sullo studio in merito all’influenza dell’architettura nucleica sull’integrazione dell’HIV, è stata pubblicata su Nature, una delle più prestigiose riviste scientifiche. A 30 anni, ha deciso di fondare Ulisse Biomed srl, per potersi dedicare alla ricerca applicata, con l’obiettivo di sviluppare HPV SelfyTM, un test diagnostico innovativo, fatto attraverso un autoprelievo indolore, per il rilevamento dell’infezione del Papillomavirus umano (HPV), responsabile dello sviluppo del tumore alla cervice uterina. Bruna condivide la sua avventura imprenditoriale con Rudy Ippodrino.

Justine Silipo

Justine, 31 anni, è cofondatrice di GamePix, piattaforma leader per la distribuzione dei giochi in HTML5. Gamepix riunisce in un’unica piattaforma molteplici canali distributivi, permettendo così ai Games Studio di pubblicare facilmente i propri Videogiochi su migliaia di siti, app, chat, operatori telefonici; e raggiungendo immediatamente milioni di giocatori in tutto il mondo.
Justine è la CFO della società, responsabile per il dipartimento finanziario, amministrativo e legale, supervisiona tutte le attività di budgeting, forecasting e reporting. È laureata alla Sapienza – Università di Roma in Management, Innovazione and Internazionalizzazione delle imprese, ha studiato Finanza, Amministrazione e Controllo alla SDA Bocconi School of Management, ed è stata Tutor alla Luiss Business School.
Justine è un’amante della natura ed appassionata studente della Scuola Ohara di Ikebana, l’arte giapponese di disporre i fiori secondo i ritmi, le forme e l’equilibrio della Natura.

Sabrina Taddei

Dopo 10 anni di esperienza come ufficio stampa e promozione radio-televisiva nazionale per artisti internazionali, Sabrina fonda Together Price, sistema di pagamento che permette a gruppi di persone di condividere il costo di abbonamenti digitali multi account. In Together Price è Responsabile dell’area marketing occupandosi delle campagne di promozione e rapporto con i media, di influencer marketing, growth hacking e paid advertising.
Il team di Together Price è composto da 13 giovani talenti uniti da un forte spirito di squadra e dalla voglia di portare Together Price a competere con i big d’Europa. A guidare tutti, Marco Taddei, CEO di Together Price e fondatore insieme a Sabrina Taddei CMO e Luca Ugolini CFO.
Next step: entro fine 2019 sarà lanciata una campagna di fundraising per raccogliere capitali per un round di serie A finalizzato allo sviluppo della tecnologia e ad ampliare la squadra per l’espansione nel resto d’Europa (oggi già presente nel mercato spagnolo ed inglese).

Francesca Pievani ed Alice Zantedeschi

Francesca Pievani ed Alice Zantedeschi sono due fashion designer laureate al Politecnico di Milano in Design per il Sistema Moda con una forte passione verso la ricerca e le sperimentazioni in campo tessile. Insieme decidono di fondare Veromarmo, una start up innovativa che nasce dal desiderio di sviluppare e promuovere la costante ricerca di materiali e di fibre. Il marmo, in particolare, sin dall’antichità è stato utilizzato nell’arte, nell’architettura, ma non era mai stato utilizzato nel settore tessile. Così è le due imprenditrici hanno sviluppato Marbletek, una membrana brevettata contenente vera polvere di marmo, che può essere accoppiato a qualsiasi tipo di tessuto. Marbletek è entrato quindi nel mercato B2B e B2C con il brand Fili Pari attraverso una collezione di capispalla femminili che uniscono innovazione e performance tecniche ad uno stile fresco, minimale ed ironico, ed oggi è commercializzato conto terzi attraverso il canale B2B, rivolgendosi ad aziende tessili e brand di moda-arredo.

Luigia Tauro

Luigia, imprenditrice nell’area dell’innovazione sociale e cancer survivor, ha una missione: promuovere l’equità nella salute attraverso l’educazione alla prevenzione oncologica in azienda. “KnowAndBe.live, piùConoscenza menoPaura” è il programma educativo, digitale e transmediale, che ha creato con un approccio “agile”, riunendo e armonizzando competenze distintive su epidemiologia, data design, eLearning, videomaking, divulgazione scientifica, storytelling e visual journalism. Destinato a raggiungere, grazie al digitale, un grande numero di persone a costi contenuti, nel primo anno sul mercato KnowAndBe.live è stato adottato da aziende grandi e piccole che, insieme, totalizzano più di 80.000 dipendenti. La prossima sfida: ampliare il raggio d’azione, sviluppando partnership strategiche per creare servizi di health coaching e gestione attiva dell’agenda di prevenzione, da proporre in bundling con pacchetti di checkup personalizzati e coperture assicurative.
 

Francesca Tonelli

Francesca, 36 anni, ha fondato Vintag a Bologna due anni fa con l’obiettivo chiaro di riscoprire e fare rivivere oggetti appartenuti a epoche lontane. Vintag è oggi il punto di riferimento di una community di oltre 20mila appassionati di vintage e design autentico.
La vera forza di Francesca è stata di avere pensato non solo a un marketplace per vendere e comprare oggetti vintage, ma a uno spazio dove le persone possano condividere tra loro la passione per il vintage e dove incontrare collezionisti, artisti, designer, stilisti, creativi o più semplicemente donne e uomini che amano lo stile e la qualità dei tempi passati.
Partner della società sono: Fashion Technology Accelerator e Hatcher +, Venture Capital di Singapore e il Gruppo Piquadro.

Alessia Moltani

Dopo una formazione umanistica, Alessia studia Fashion Design all’Istituto Marangoni di Milano  (presso  il quale ora è docente di Scienza e Tecnologia dei Materiali ).
Nel 2010 fonda Comftech srl con l’obiettivo di creare  sistemi di monitoraggio indossabili che utilizzando indumenti sensorizzati permettano di rilevare alcuni parametri fisiologici del neonato e dell’adulto.  Ne seguono  5 brevetti, due clinical trials e l’ottenimento della certificazione come dispositivo medico. Nel 2018 Comftech chiude un importante  round di investimento con il fondo Principia Health, Alessia ricopre  il ruolo di amministratore delegato e guida un team interdisciplinare di bio ingegneri, designer , softwaristie ingegneri elettronici.

Riccarda Zezza

Ceo della startup innovativa Life Based Value, Riccarda ha lavorato in passato come manager in grandi aziende in Italia e all’estero. Nel 2014 pubblica il libro “MAAM La maternità è un master che rende più forti uomini e donne”, scritto a quattro mani con Andrea Vitullo edito da Bur, che racconta il loro appassionante percorso per sviluppare e lanciare nelle aziende l’inedito metodo di apprendimento MAAM®, il primo e unico programma di formazione digitale che trasforma la maternità e paternità in un master di competenze “soft” per la crescita professionale, che favorisce l’innovazione e la produttività aziendale.

Serena Torielli

Virtual B

Serena è co-founder è CEO di VirtualB, azienda fintech specializzata in soluzioni per il wealth management. Dopo aver conseguito una laurea in economics alla Bocconi, Serena ha speso molti anni nelle investment bank, prima in Jp Morgan, poi in Goldman Sachs dove è stata managing director nell’area di Fixed Income Sales, e infine in Banca Leonardo dove si è occupata della costituzione dell’unità di Asset Management. Proprio la lunga esperienza nella finanza tradizionale ha spinto Serena ad avventurarsi in una nuova direzione, dove la tecnologia diventa il mezzo adatto per far crescere la consapevolezza e la trasparenza e in ultima analisi rendere la finanza più a misura d’uomo. Nasce così Virtual B che nel 2011 ha lanciato ha lanciato la piattaforma adviseonly.com il primo robo-advisor in Europa. Oggi Virtual B ha un modello di business B2B, l’azienda fortemente improntata all’innovazione, fornisce data analytics e soluzioni tecnologiche alle aziende finanziarie, banche assicurazioni e wealth managers.